BIO

FRANCESCO BOCCHINI

Nato a Cesena nel 1969.
La sua operatività si è concentrata su lamiera e ferri smaltati per produrre macchine di marchingegni elementari. Meccanismi, installazioni, teche e altro: lamiera di ferro dipinta a olio, un lavoro in equilibrio tra ironia, mistero e dramma.
Dalla metà degli anni ’90 il suo lavoro è stato esposto in mostre personali e collettive in Italia e all’estero, in gallerie private e in spazi pubblici. Vive e lavora a Gambettola (Cesena).
Born at Cesena in 1969.
He mainly works with tin and glazed metals, which he uses to make the machines for elementary devises. Mechanisms, installations, cabinets and much else: metal sheet painted in oil, a work of finely poised irony, mystery and drama.
Starting from the 1990s, his works have been shown in one-man and collective exhibitions in both private galleries and public spaces. He lives and works at Gambettola (Cesena). 

________

MOSTRE PERSONALI SELEZIONATE

2014    L’estro della pecora, Galleria l’Affiche, Milano

2014    Magic, Torri dell’acqua, Budrio di Bologna

2013    L’albero filosofico, installazione per Campari Wall, Galleria Campari, Sesto San Giovanni, testo di Marina Mojana

2012    Magic, Galleria Michela Rizzo, Venezia, a cura di Valerio Dehò

2011    In movimento, Galleria Goethe, Bolzano, a cura di Peter Weiermair

2010

La Storia Naturale, Galleria l’Affiche, Milano, testo di Roberta Bertozzi

Tutti vivi, tutti morti, tutti rivivi, tutti rimorti, AndreA Arte Contemporanea, Vicenza, a cura di Martina Cavallarin,  testo  di Martina Cavallarin, contributo critico di Alberto Zanchetta

2008    Domino Blumen Falene, Mel Gallery Contemporary, Vienna, testo di Roberta Bertozzi

2006    Francesco Bocchini, Galleria Scilla Cicognani, Colonia, testo di Roberta Bertozzi

2005    Il mio pensiero è sempre luminoso, Galleria Il Segno, Roma, testo di Marco Lodoli

2004

Bulgarico, Galleria L’Affiche, Milano, testo di Flaminio Gualdoni

Ich bin so dumm, Galleria 41artecontemporanea, Torino, testo di Alberto Zanchetta

2003    I primi asini pensavano per conto proprio, Galleria de’ Foscherari, Bologna, testi di Valerio Dehò e Alberto Zanchetta

1998    Anima patata, Galleria L’Affiche, Milano, testo di Enzo Fabbrucci

1996    Partito preso, Galleria Nazionale d’Arte Moderna, Roma, a cura di Anna Martirolo

________

MOSTRE COLLETTIVE SELEZIONATE

2014    Francesco Bocchini e Federico Guerri, De Freo Gallery, Berlino

2014    Edificare nella vertigine, Festival Internazionale di Teatro, Santarcangelo di Romagna

2014    Selvatico, una testa che guarda, Convento dei Cappuccini, Bagnacavallo,

a cura di Massimiliano Fabbri

2014    Mais de quel genre de réalité parlez-vous?, Bâtiment des Télégraphes, Losanna,

a cura di Patricia Lunghi e Rodolfo Gasparelli

2014    Biennale Internazionale del Disegno, Museo della Città, Rimini

2012    Undici allunaggi possibili, Cà Zenobio, Venezia, a cura di Martina Cavallarin

2011    Round the clock, evento collaterale della 54. Esposizione Internazionale d’Arte, La Biennale di Venezia, a cura di Martina Cavallarin

2009

Playstation, Kunstart, Merano, a cura di  Valerio Dehò

Steellife, Triennale di Milano, a cura di Elisabetta Pozzetti

2008

Frescobosco, Certosa di Padula, Salerno, a cura di Achille Bonito Oliva

15ª Quadriennale d’Arte, Roma

2007    Small is Beautiful, Fondazione Ursula Blickle, Stiftung, Kraichtal, a cura di Peter Weiermair

2006

Ai confini della realtà. Arte scienza e tecnologia, ARCOS, Muse d’Arte Contemporanea del Sannio, Benevento a cura di Claudia Gioia

Allegra con brio, Chiesa del Suffragio, Carrara, a cura di Walter Guadagnini

2005

Bologna si rivela, Palazzo Fava, Bologna, a cura di Philippe Daverio

Minjonies, Scuola elementare Sacro Cuore, Alghero, a cura di Giuliana Altea e Maria Luisa Frisa

2004

XIV Quadriennale, Anteprima, Promotrice delle Belle Arti, Torino

Dal profondo, Palazzo della fortezza, Mainz, Carloni SpazioArte, Frankfurt

1997

Trialog, Werkgallerie, Kassel

Luoghi, Galleria Nazionale di Arte Moderna, Repubblica di San Marino